L’acquisto di un cucciolo è solitamente ben ponderato e preventivato.
Quindi non fatevi cogliere impreparati su quanto gli necessita al suo arrivo a casa.
Il mercato offre infinite varietà di ciotole, cuccette e guinzagli di ogni forma e colore. Potrete sbizzarrirvi... Ma attenzione a non acquistare oggetti inutili o addirittura pericolosi!
Un cucciolo di circa dieci settimane (età limite per considerare cedibile uno Yorkie) ha tre necessità primarie: CIBO, CALDO, COCCOLE.
E’ la regola delle 3 C.
Il cibo deve essere adeguato, ovvero studiato nutrizionalmente nei minimi dettagli per non produrre eccessi, carenze o turbe digestive.
L’Allevatore vi fornirà un preciso schema alimentare e magari un campione del mangime a cui il cucciolo è abituato.
Evitate iniziative casalinghe. Un soggetto non abituato al latte, omogeneizzati o carne cruda, può reagire negativamente alla somministrazione di questi nuovi alimenti, pur se eccellenti.
Occorre sottolineare che un cucciolo separato dai fratelli è già di per sè sottoposto ad un notevole stress psicologico che lo predispone a sua volta a stress gastroenterico; sono cambiati la casa, gli odori, i rumori... mantenetegli almeno la pappa come segno riconoscibile di continuità, cosa che per lui rappresenterà una vera e propria gratificazione.
Il caldo è fondamentale. Tuttavia nelle moderne abitazioni vi è la tendenza ad avere una temperatura troppo elevata, che si accompagna ad un grado di umidità spesso troppo secco e a correnti d’aria.
Il giaciglio ideale per un cucciolo è fornito da un trasportino da viaggio chiudibile, posto lontano da termosifoni o da porte o finestre che vengono aperte spesso.
Conoscerà il trasportino nel suo primo viaggio verso casa, cuccia che poi - opportunamente ”arredata” con ciotole per l'acqua e il cibo, fogli di giornale per i bisogni ed un asciugamano per la nanna - potrà benissimo fungere inizialmente come sua casetta.
Durante la notte chiudete il cucciolo nel trasportino affinchè non possa gironzolare indisturbato cacciandosi magari in guai seri.
Il suo istinto innato di esplorare si acuisce infatti proprio di notte, per una questione atavica.
Aiutatelo a superare la noia con un gioco come un rotolino di cartone o una carota, ma evitate assolutamente i giocattoli di plastica tenera che possano rompersi ed essere ingeriti; la stessa precauzione vale per i materassini imbottiti: sono tutti simpatici attrezzi che dovrebbero essere forniti al cane un pò più in là nel tempo, quando avrà capito la differenza tra ciò che è “mangereccio” e ciò che non lo è.

Esaminiamo ora come impostare le prime relazioni tra il cucciolo e gli esseri umani che d’ora in poi si prenderanno cura di lui.
Le coccole non devono mancare mai, in abbondanza... ma accanto ad esse occorreranno equilibrio e fermezza. Un buon cucciolo, ben socializzato e geneticamente equilibrato è destinato a diventare uno stupendo cane da compagnia. Averlo acquistato presso un Allevatore che crede in questi principi sarà stata già una scelta felice, ma l'opera di una educazione corretta sarà compito esclusivo del padrone, che è responsabile di tutti i futuri comportamenti del cane. Nella gerarchia canina esiste un leader di branco al quale tutto il gruppo si riferisce e sottomette. La famiglia è il nuovo “branco”del cucciolo e il leader è colui che gli fornirà le cure primarie (la pappa, la toeletta, la passeggiata, ecc.); adorerà sopratutto questa figura.
Fin dall'inizio il cane dovrà conoscere e rispettare tutti: familiari, amici, bambini e naturalmente anche gli altri cani e gli altri animali domestici.
Non permettetegli di dominare troppo, anche quando lo farà con atteggiamenti che vi faranno sorridere.
Lo Yorkie è un campione nel guadagnarsi vizietti! Ricordate sempre che un cane, per piccolo che sia, se male educato può divenire un vero problema nei rapporti col vicinato e in casa. Anche se è solo un cucciolo, siate fermi e coerenti oltre che affettuosi: se necessario, un “No!” pronunciato oggi può essere un buon investimento per il futuro.

Attrezzatura di base da acquistare:
  • Trasportino da viaggio (di misura già adatta al cane adulto)
  • Due ciotole in acciaio (quella per l’acqua con una base ampia antiribaltamento)
  • Un guinzaglino in nylon del tipo”da esposizione” o una pettorina (ma non guinzagli in cuoio)
  • Un pettine di acciaio a denti doppi (da una parte più fitti dell’altra)
  • Una confezione del mangime consigliato (dall’allevatore o dal veterinario)

Fonte: alibyorkshire.com